Chuck Kinder – Snakehunter

Snakehunter Chuck Kinder

 

 

Il libro d’esordio di un grande autore di culto.
Un racconto di formazione crudele e tenero, irresistibilmente comico.

«Un romanzo meravigliosamente riuscito, modellato e cesellato con tocco da scultore»
Scott Turow

«I dialoghi di Kinder, soprattutto quelli dei personaggi femminili, sono sopraffini»
Larry McMurtry

 

 

 

 

ISBN: 9788832036473
Pagine: 224
Prezzo: € 18
Formato: 14×22 brossura con alette
Traduzione di Nicola Manuppelli
In libreria da maggio 2022

Disponibile su AmazonBookdealer

Leggi LE PRIME PAGINE

Stati Uniti, il Midwest rurale, gli anni Quaranta del Novecento. È qui che vive Speer Whitfield: un bambino ossessionato dai serpenti, dalle tartarughe, dall’acqua e dai pesci. E dal suo pene, visibilmente difettoso. L’infanzia di Speer è costellata di episodi disastrosi dai risvolti tragicomici, soprattutto quando hanno a che fare con chi lo ha cresciuto, una famiglia matriarcale, bizzarramente assortita e perseguitata dai fantasmi del passato: una zia zitella, brillante e mezzo alcolizzata, l’unica a saper interpretarne desideri e paure; un padre morto in guerra che si chiamava come lui; una madre bella come Lauren Bacall e una sorella col volto devastato dal cancro vittima di sguardi ostili. E poi il nonno, burbero e scostante con tutti ma incredibilmente premuroso verso il nipote, quel nonno proprietario della vecchia e invincibile Snakehunter, “la barca più bella di sempre”. Insieme a loro una brulicante schiera di personaggi destinati a rimanere indimenticabili nella mente di Speer e in quella del lettore.
Pubblicato nel 1973, Snakehunter è il primo romanzo di Chuck Kinder, che lo ha portato subito al successo per il modo in cui dosa perfettamente asciutto realismo e profondo simbolismo. Scritto quando l’autore aveva da poco superato i venti anni, ha la freschezza della gioventù e la saggezza della maturità. Un toccante romanzo di formazione – a volte struggente, a volte spassoso – in cui l’autore attinge a ricordi personali ma anche al mito per ricreare un passato sempre presente, dolce e triste come i paesaggi del West Virginia che descrive.

Chuck Kinder

Sulla stampa e sui blog

Anteprima di Snakehunter su Satisfiction, a cura di Paolo Melissi

Scoprirsi adulti in West Virginia assomiglia a una caccia ai serpenti su la Lettura, di Severino Colombo

Snakehunter a Fahrenheit (Rai Radio 3), con Nicola Manuppelli

Snakehunter su Mescalina, di Federico Sponza

Tra innocenza e oscurità: Snakehunter di Chuck Kinder su pensierosecondario, di Stefano Solventi

Snakehunter su Sololibri, di Giovanni Graziano Manca

Snakehunter nella top ten di Robinson

Snakehunter su RootsHighway, di Fabio Cerbone

Snakehunter su BooksHighway, di Marco Denti

Snakehunter su Satisfiction, di Domenico Paris

Quando bastava lanciare un sasso nel fiume per essere felici su Huffington Post, di Gianni Montieri

Snakehunter su Mangialibri, di Andrea Pozzali

Condividi