Nelson George – Il cuore più buio

Un giallo sullo sfondo del razzismo strisciante che scuote l’America oggi come ieri

***

«Conosco Nelson George da trent’anni e per tutto questo tempo è stato il portavoce della nostra cultura. Continua a farlo. Continua a scrivere le nostre storie. E so che io continuerò a leggerle». Spike Lee

«Ci sono poche persone come Nelson George che riescono a mettere settant’anni di realtà urbana nella prospettiva dell’attualità più stringente». Chuck D, Public Enemy

***

Dopo Funk e morte a L.A., il nuovo capitolo della saga all black di D Hunter

 

ISBN: 9788832036220
Pagine: 272
Prezzo: € 18
Traduzione: Gianluca Testani
Formato: 13×18 brossura con alette
In libreria da: novembre 2020

Disponibile anche in ebook, su tutti gli store online

Disponibile su Amazon

Leggi LE PRIME DIECI PAGINE

D Hunter si è lasciato alle spalle Brooklyn e il lavoro da bodyguard: adesso vive a Los Angeles e fa il talent manager. È un uomo d’affari, e gli affari vanno bene: Lil Daye, astro nascente della scena trap di Atlanta, è il pezzo forte della sua agenzia di management, e D gli ha appena procurato un remunerativo contratto di endorsement con una marca di liquori. Ma quando viene a conoscenza delle perversioni sessuali e delle idee suprematiste del capo della prestigiosa azienda, D inizia a temere di aver venduto la sua anima. Come del resto a Los Angeles fanno tutti, in un modo o nell’altro.
Intanto, il passato non cessa di tormentare D: a Brooklyn è stato rinvenuto un cadavere e ora un agente dell’Fbi vuole parlare con D, il quale rischia di essere trascinato in vecchie, torbide storie che fanno ricomparire nella sua vita il famigerato sicario Ice, uno di quelli che non conviene far innervosire.
Nel frattempo Serene Powers, nota ai lettori per il ruolo decisivo avuto in Funk e morte a L.A., è a Londra per una delle sue missioni tese a interrompere un traffico di esseri umani. Quando lei rientra negli Stati Uniti, D chiede il suo aiuto per sbrogliare ancora un’altra questione, che coinvolge il trapper Lil Daye, la di lui moglie Mama, la di lui amante Dorita e il di lui scagnozzo Ant.
Nella vena della migliore tradizione noir, a cui aggiunge una ricca dose di provocazione, il romanzo è un intreccio di storie e di casi, di persone e di segreti, di azioni ripugnanti e di slanci di onestà. Dietro agli affari e agli uomini d’affari striscia subdola una visione politica razzista e sprezzante (viene spesso evocato il #45 Presidente degli Stati Uniti, e non con parole d’encomio) che cela il cuore più buio di una nazione che non ha ancora fatto i conti con le zone oscure della propria parabola democratica.

Nelson George

Sulla stampa e sui blog

Nelson George intervistato a Rai Stereonotte da Luca Sapio (puntata del 18/12/2020)

Il cuore più buio su Convenzionali, di Gabriele Ottaviani

Nelson George: gangsta novel al meglio su Magazzino Jazz, di Franco Bergoglio

Il cuore più buio su Linkiesta, di Elisabetta Favale

Il cuore più buio del music business su Ghigliottina, di Damiano Sabuzi Giuliani

“Il cuore più buio” di Nelson George: il racconto delle tenebre d’America su La casa del rap, di Cristina Breuza

Un oscuro scrutare hip-hop: Il cuore più buio di Nelson George su pensierosecondario, di Stefano Solventi

Il cuore più buio su BooksHighway, di Marco Denti

Il cuore più buio su Scarlet Cage 2.0

Il cuore più buio su Satisfiction, di Domenico Paris

Condividi